Dubrovnik villas

Non c’è semplicemente invito migliore di questa citazione per scoprire Ragusa. E’ stato spesso detto che sia una delle città più belle del mondo per via della sua cultura, dei palazzi artistici, dei tramonti spettacolari e piccole stradine che non dormono mai. Conclusioni: Dubrovnik (il suo nome croato) ha certamente qualcosa.
dubrovnik-988689_1920E’ situata nella costa sud, protetta dalle colline di Žarkovica e Srđ, circondata da un gruppo di isole chiamate Elafiti: Šipan, Lopud, Koločep, Tajan, Olipa, Jakljan e Daksa.
Un po’ più lontano, ma non abbastanza per non poterlo visitare, c’è la penisola di Pelješac e l’isola Mljet. Ragusa è stata inserita tra il patrimonio universale dell’Unesco come patrimonio mondiale nel 1979. Oltre a questo è famosa meta di tantissimi Vip come Tom Cruise, Beyonce, Morgan Freeman, Steven Spielberg, Sir Roger Moore e Eva Longoria.
Negli ultimi anni è stata riconosciuta come ideale location per girare film e serie TV: se non hai ancora sentito parlare di Game of Thrones ( il trono di spade) forse è il caso che inizi a guardarlo per riconoscere nella serie Tv le mura di Dubrovnik. Per via dei numerosi palazzi rinascimentali, Dubrovnik è stata una perfetta posizione per registrare anche le serie de “I Borgia”. In marzo di quest’anno è stato anche girato il sequel del famoso film di Star Wars: episodio VIII.

Ci sono ancora dei dubbi e diverse teorie riguardo la fondazione di Ragusa; molte delle quali si sono evolute nei secoli. Questa teoria è supportata dal ritrovamenti di gioielli dell’età del ferro a Lokrum, monete greche dal terzo secolo avanti cristo e frammenti di pietra tombale in memoria dei soldati romani ( primo- terzo secolo a.C.).
Panorama iz zraka 2Si espande dall’arrivo dei croati nel settimo secolo. Fino al 1205 Ragusa fu sotto la protezione Bizantina, poi passò al controllo veneziano e nel 1358 accettò il potere ungarico che le assicurò una maggiore autonomia. A quel tempo il comune di Dubrovnik fu rinominata Repubblica di Dubrovnik.                        Il periodo più maturo della sua storia si ebbe dal 1433 al grande terremoto e incendio del 1667. In quel tempo Ragusa fu un’importante centro di commercio marittimo nell’Adriatico. Fu completamente creato il sistema statale e subito dopo fu richiesta l’indipendenza ai turchi in cambio del pagamento di un tributo.
Dopo il 1667 la battaglia per la sopravvivenza e l’indipendenza politica marcarono la storia di Ragusa. Nel 18esimo secolo di nuovo ci fu una veloce prosperità economica grazie alla ricostruzione delle tratte commerciali dell’Adriatico, ma Napoleone abolì la repubblica di Dubrovnik nel 1808, e dopo la decisione del congresso di Vienna nel 1815, fu annessa all’Austria e al resto della Dalmazia.

fish-725949_1920La cucina di Ragusa è la tipica cucina del sud della Dalmazia. Le prelibatezze di questa regione sono semplici, fatte di ingredienti freschi, con l’uso obbligatorio dell’olio extra vergine d’oliva prodotto in queste terre.
La sua posizione vicino al mare detta l’offerta sulla tavola, qui devi provare lo stufato di anguilla e rane dalla valle di Neretva, ostriche, molluschi e pesce appena pescato, insalate di polpo, luccio fritto in olio o acciughe grigliate.
Tra gli altri piatti ci sono agnello e vitello, anatra selvatica, pasta verde e maccheroni di fango ( una specialità con della cannella nell’impasto).                   Se vuoi conoscere meglio i dessert della perla del Mediterraneo ne vale la pena tornare a Dubrovnik in febbraio per la celebrazione del patrono San Vlaho. Le tavole decorate prevedono rožata, crema pasticcera con salsa di caramello,kotonjata, dolce gelatina di mela cotogna e arancini, arancia candita e per finire bruštulane mjendule, mandorle caramellate.
In konavle puoi assaggiare la torta Mantala, una torta natalizia.
vino portal 1Qui a Dubrovnik ci sono parecchi vini famosi come i rossi Pošip, Greek e Rukatac dall’isola di Korčula, Malvasia daKonavle e il più famoso dalla penisola di Pelješac, accompagnati da Postup e Plavac Mali.
Una nota di risalto va fatta per la seconda varietà, il vino Postup. Cresciuto nel sud della penisola dove la terra è povera e dona pochi grappoli, ma anche la miglior qualità di vino della zona.
Questo vino forte con più di 30g di estratto, è consistente e facilmente riconoscibile: è sofisticato, pieno e gentilmente dolce, ti darà una nota piacevole con la sua fragranza e l’intenso colore rosso. Se Dubrovnik con la sua eredità storica non ti ha ancora convinto con la sua bellezza, la sua cucina ti convincerà senza dubbio a visitarla. Buon divertimento!

Ragusa è una città che rivive la sua storia ogni giorni grazie all’abbondanza di monumenti e palazzi. Ecco alcuni che non devi perdere:

Minolta DSC

Le Mura – Tripadvisor le ha messe tra le 10 cose da vedere prima di morire e sono uno dei posti più visitati al mondo. Con le sue torri di Revelin, Bokar, Minčeta e St. John are sono tra le mura meglio preservate nel tempo.

SONY DSC

La fortezza di Lawrence – Il Gibraltro di Dubrovnik è il simbolo della libertà e della resistenza alla Repubblica veneziana. Questa è una sede perfetta per i matrimoni ed esibizioni durante il festival estivo di Dubrovnik dove il ruolo di Amleto fu interpretato dal famoso premio Oscar Daniel Day Lewis.

palaza sponzaLa fontana di Onofrio – L’architetto italiano Onofrio lo creò nel 1438 con lo scopo di fornire acqua alla città. Fu usato fino al 19esimo secolo quando arrivarono gli impianti idrici moderni, ma ancora oggi puoi bere l’acqua che scorre nella fontana.
Il palazzo di Rector – Il palazzo dove il principe ebbe il suo trono e la famigerata prigione dei trasgressori. Oggi puoi vedere lo studio del principe, il museo e l’atrio del palazzo dei concerti, dove esiste ancora un’ottima acustica.
Il palazzo Sponza – E’ un edificio gotico rinascimentale costruito per l’ufficio delle dogane e della zecca. C’è l’archivio dello stato e la stanza memoriale dei difensori croati morti durante la guerra d’indipendenza. Viene utilizzato anche per i matrimoni.

Lazareti – Usati come luoghi di isolazione per le persone malate. La pratica della quarantena è considerata un’invenzione originale di Dubrovnik, perché la città già dal 1377 richiedeva ai nuovi arrivati dai confini un’attesa di 40 giorni nell’isola. Oggi vengono utilizzati come intrattenimento turistico e culturale.
Le chiese – La cattedrale dove sono conservate le reliquie di S.Basilio, la chiesa di S. Basilio, dove la sua statua sopravvisse al terremoto e all’incendio, la chiesa gesuita di S.Ignazio con delle meravigliose scale barocche e una cava artificiale, la chiesa dominicana e il monastero in cui furono seppelliti i nobili della città…inoltre la stanza di preghiera è ricca di oggetti di inestimabile valore storico.
hill srđSrđ – E’ la collina che puoi visitare a piedi, in macchina o in funivia. In ogni caso, adorerai la piacevole vista. Se sei stanco di camminare puoi prendere una carrozza e visitare la collina.
Trsteno – Il più antico arboreto del mondo fu costruito nella villa rinascimentale di Gučetić Gozze. La città di Trsteno è a circa 20km di distanza dalla città ed è illuminata da questo meraviglioso giardino e dalla collezione di piante esotiche al suo interno.

Il parco nazionale di Mljet – Questo luogo è il parco più verde della Croazia, e anche uno dei meglio conservati del Mediterraneo. Oggi è parco nazionale e contiene due laghi, uno grande e uno piccolo.

Nearby Villas

$villa_ID = $post->ID;

Gordana

Dubrovnik
8
On request